Gallery

per uscire dalla gabbia,
devi prima entrarci.
Alberto Lato

Gallery Item

Duis mollis,

Milano in the Cage

Duis mollis, est non commodo luctus, nisi erat porttitor ligula.

Milano in the Cage

Photo: Fabio Bastianello

Milano in the Cage

Photo: Fabio Bastianello

Milano in the Cage

Photo: Fabio Bastianello

Milano in the Cage

Photo: Fabio Bastianello

Milano in the Cage

Dal 25 maggio al cinema

Milano in the Cage

Dal 25 maggio al cinema

Milano in the Cage

Photo: Fabio Bastianello

Milano in the Cage

Photo: Fabio Bastianello

Milano in the Cage

Photo: Fabio Bastianello

Milano in the Cage

Photo: Fabio Bastianello

una Milano che non
avete mai visto


Il Film

In breve

MIMilano non è solo “in”, ma anche, molto spesso, “in the cage”. Perché nella capitale della moda, dell’Expo, nella città più moderna d’Italia, s’intrecciano storie di vita inenarrabili, brutte, crude e violente, come ciò che avviene all’interno della gabbia dell’MMA (Mixed Martial Arts). Combattimenti sportivi estremi, in una gabbia di forma ottagonale, con poche regole, dentro gli otto bastioni di Milano.

Tratto da una storia vera


Sinossi

Al36 anni, Alberto all’anagrafe, un nome comune, un uomo che si può definire ancora giovane, ma Al non è né comune né giovane. Siamo a Milano, immersi nella lenta agonia economica di una città che, nonostante tutto, rimane iperattiva anche nei suoi aspetti più negativi di degrado e povertà. Al ha fatto di tutto nella vita, boxeur, esperto di arti marziali, guardia del corpo, buttafuori. Non si è risparmiato nulla, nemmeno lo scendere a compromessi con la malavita, la clandestinità, il vivere gli angoli più bui dell’illegalità fino a farne la propria dimensione. Questo sottobosco urbano è l’unico habitat in cui ha ancora la possibilità di contare qualcosa, in cui si sente rispettato seppur perso in un inesorabile senso di progressiva alienazione. Quella di Al è anche la storia di un padre che ha mancato di essere padre e che vuole recuperare il tempo perduto. La disciplina estrema di MMA sarà una possibile via di fuga da quel mondo. Infatti la chance per riscattarsi arriva con la finale del torneo “Milano in the cage”, un incontro realmente combattuto per il film, nel quale Al si gioca il tutto per tutto per regalarci un finale che nessuno potrà conoscere fino al suono del gong.

Milano in the Cage

Contatti

  • Tel: 02 8399 4958

Seguici sui nostri social